News
Guida ai nuovi documenti per l'efficienza dei sistemi di condizionamento
Guida ai nuovi documenti per l'efficienza dei sistemi di condizionamento
giovedì 24 aprile 2014
Dal 1° giugno 2014 cambiano i documenti che certificano l’efficienza degli impianti di riscaldamento installati in casa, in ufficio o in azienda e, soprattutto, diventano obbligatori anche per i dispositivi di climatizzazione estiva.

Innanzitutto, il libretto di impianto di riscaldamento deve essere presente per tutti gli apparecchi; inoltre, se la potenza è maggiore di 10 kW, diventa obbligatorio anche sottoporre l’apparato agli opportuni controlli periodici.  

Con l’entrata in vigore del nuovo libretto, il responsabile dovrà scaricare il nuovo modello di libretto dai modelli già disponibili sul sito del ministero Sviluppo economico e trascrivere sulla prima pagina di questo i dati identificativi dell’impianto così da consegnarlo, all’atto del controllo, al manutentore per l’aggiornamento.  

Il rapporto di efficienza viene invece compilato dal manutentore, che ha anche il compito di trasmetterlo all’ente locale che tiene aggiornato il catasto. Nel documento è indicato il risultato dei controlli, che devono essere conformi a quanto previsto dalle norme poiché, in caso contrario, il rapporto risulterà negativo e l’impianto sarà da sostituire.  

Nuove norme per i condizionatori/climatizzatori estivi. Dal 1°giugno scattano nuovi obblighi anche per chi ha in casa o in ufficio un sistema di condizionamento. In primo luogo, è necessario compilare il libretto dell’impianto e – laddove la potenza sia maggiore di 12 kW – diventa obbligatorio anche sottoporre l’apparato agli opportuni controlli periodici.  

Tapparelle elettriche: prezzi, vantaggi e caratteristiche
Le tapparelle elettriche rappresentano l’alternativa alle tradizionali tapparelle manuali, usate nella maggior parte degli edifici come sistemi oscuranti.

Si tratta di una soluzione comoda e agevole, dal momento che basta ...
Falegnami e Bonus Mobili 2015: anche le opere su misura rientrano nella detrazione
Anche le opere su misura realizzate dai falegnami rientrano nel Bonus Mobili 2015 e, di conseguenza, gli acquirenti possono avvalersi dell’agevolazione fiscale stabilita per legge. In particolare, per questo Bonus ...