News
Caldaie a pellet, costi e vantaggi rispetto agli impianti tradizionali
Caldaie a pellet, costi e vantaggi rispetto agli impianti tradizionali
martedì 10 febbraio 2015
Stanno prendendo sempre più piede anche nel nostro Paese gli impianti di caldaie a pellet, un combustibile che offre molteplici vantaggi rispetto al tradizionale metano. Il pellet è un composto di trucioli, segatura e altri scarti della lavorazione del legno, venduto solitamente sul mercato italiano in sacchetti da 15 chili. Un sacchetto di questa portata ha un costo che oscilla tra i 4 e i 5 euro, avendo registrato un aumento nell’arco dell’ultimo anno. E’ opportuno però tener presente che con la Legge di stabilità 2015 il pellet ha subìto un aumento dell’IVA dal 10 al 22%, con sommo disappunto di tutti i consumatori. Al tempo stesso, questo combustibile non è soggetto ad accise o altre tassazioni, a differenza del metano.

I prezzi finora contenuti del pellet rappresentano senz’altro il punto di forza di questi impianti, la cui installazione richiede un costo che si aggira intorno ai 5.000 euro più manodopera. Il costo di una stufa a pellet, ossia di un apparecchio volto al riscaldamento di un singolo ambiente, si assesta invece tra i 1.000 e i 3.000 euro, in base alle caratteristiche.

Dotarsi di questa tipologia di sistemi è inoltre vantaggioso grazie agli incentivi statali a disposizione. Come già gli interventi di passaggio al fotovoltaico, che le caldaie a pellet rientrano infatti nell’Ecobonus 2015, la cui validità si estende fino al 31 dicembre 2015. Questo bonus ha come destinatari sia persone fisiche che giuridiche, consentendo una detrazione del 65% per l’efficienza energetica. E’ stato inoltre specificato dalla guida dell’Agenzia delle Entrate, che l’Ecobonus scatta sia in caso di sostituzione di un impianto a metano preesistente che  in caso di installazione ex novo di quello con caldaia a pellet.

Oltre all’Ecobonus, si può beneficiare degli incentivi del conto termico, che tuttavia operano solo in caso di sostituzione di impianti preesistenti e che variano in base alla potenza, alla fascia climatica e alle prestazioni ambientali. Infine, è possibile avvalersi anche del bonus per le ristrutturazioni, che prevede una detrazione fiscale del 50% a favore delle sole persone fisiche.

Il vantaggio delle caldaie a pellet e dei relativi impianti è di tipo sia economico (fermo restando l’impatto dell’aumento dell’IVA) che ecologico, mentre il rovescio della medaglia è rappresentato dalla manutenzione costante e accurata che richiedono.

Per avere consigli sull’opportunità di installare tali sistemi di riscaldamento, non esitate a contattare i professionisti di Numero Utile, chiamando il numero verde 800 900 819.

Come pulire e spolverare i mobili in legno: trucchi e consigli
Rientrate anche voi nella categoria di coloro che hanno in casa dei mobili in legno, ma vanno in crisi ogni volta che si tratta di pulire e spolverare tali componenti ...
Mini guida per l’applicazione della carta da parati
Il primo step da affrontare è naturalmente l’acquisto del prodotto. Prima di avventurarsi nella scelta della carta da parati, è opportuno misurare il perimetro della stanza e l’altezza dei muri da trattare, ...